10 Misteriose Mappe Antiche

4-8

Le mappe riflettono la nostra visione del mondo: non sono solo strumenti scientifici, dal momento che spesso riflettono la storia, la mitologia e la religione dei popoli che le creano. Analizzare le mappe antiche rivela come i nostri antenati vedevano loro stessi e il loro posto nel cosmo.

10. Casa Dolce Casa

Manuel Vaquero

Questa mappa ha quasi 14 mila anni, ed è stata scoperta a Moli del Salt, in Catalogna. I sette fori circolari nelle pietre rappresentano, secondo gli studiosi, capanne. Se ciò fosse vero, la mappa di Moli del Salt sarebbe quella più antica mai scoperta.

9. Forma Urbis Romae

Scolpita durante il regno di Settimio Severo, questa mappa – nella quale ogni singolo edificio dell’Urbe era rappresentato – si trovava nel Tempio della Pace. Ma oggi ne rimane solo la decima parte: il resto fu usato per trarne cemento.

8. Pietre Danesi

Le mappe stilizzate, vecchie di 5000 anni, scoperte nell’isola danese di Bornholm, sarebbero state usate per propiziarsi i favori delle divinità correlate alla fertilità dei campi coltivati, chiaramente rappresentati, a grandi linee, sulle rocce stesse.

7. Il Papiro di Torino

4-8

Questa mappa su papiro vecchia di 3000 anni, esposta al Museo Egizio della capitale piemontese, è la prima mappa geologica di cui si ha notizia: ritrae alcune miniere operanti durante il regno del faraone Ramesses IV.

6. La Mappa Stellare del Sol Levante

5-8

Scolpita sulle pareti di una tomba giapponese, questa mappa ritrae la volta celeste come appariva agli abitanti della Cina tra il 120 avanti Cristo e il 520 dopo Cristo. Perchè la Cina? Forse, perchè le avanzate conoscenze astronomiche dei cinesi raggiunsero il Giappone tramite la penisola coreana.

5. La Prima Mappa di New York

6-8

In pelle di capra, questa mappa vale ora 10 milioni di dollari. Creata dal genovese Visconte Maggiolo nel 1531, la sua mappa è la prima a mostrare la costa orientale dell’America del Nord, compreso il tratto di costa sul quale sorgerà New York.

4. La Mappa di Buache

7-10

In questa mappa del diciottesimo secolo, l’Antartide è ritratta priva di ghiacciai. In molti hanno usato la mappa di Philippe Buache come “prova” della passata esistenza di un’antica e avanzata civiltà antartica.

3. La Mappa di Colombo

8-10

Cristoforo Colombo avrebbe consultato questa mappa risalente al 1491 – che concilia la visione tolemaica del mondo con le scoperte di Marco Polo in Asia e dei portoghesi in Africa – prima di imbarcarsi per il viaggio che lo avrebbe portato in America.

2. La Mitologia Babilonese In Una Mappa

9-10

Copia di una mappa ancora più antica – la prima copia cartografica di cui si ha notizia – questa mappa su tavoletta d’argilla ritrae il mondo come lo percepivano i babilonesi nel sesto secolo avanti Cristo: un disco circondato dalle acque, con sette isole a fare da ponte tra il mondo terreno e il mondo degli déi e dei morti.

1. La Mappa Mundi di Hereford

10-9

La più grande mappa medioevale, risalente al 1285; in pelle di vitello, è piena di osservazioni su storia, religione e mitologia. La sua origine cristiana è resa palese dalla posizione centrale che Gerusalemme ha in tale mappa, nella quale sono ritratti svariati esemplari di flora e fauna, reali e mitologici.