10 Statistiche da Conoscere Per Assumere i Migliori Candidati sul Mercato

talent

Da sempre, cercare talenti e mantenerli tra le proprie file è stato il segreto del successo di molte realtà aziendali. Avere le persone giuste al posto giusto è un vantaggio competitivo non indifferente e le grosse aziende, come anche le più piccole, lo sanno molto bene. Flessibile e globalizzazione sono sfide molteplici del mercato del lavoro, dove il retaining sta diventando sempre più importante. Essere in grado di reclutare e trattenere talenti, infatti, garantisce risorse vitali all’azienda che punta a mantenere il proprio ruolo sul mercato ai massimi livelli.

Tuttavia, nonostante i mezzi e le opportunità, molte aziende non sono ancora pienamente in sintonia con la realtà di quello che serve per trovare i propri campioni e, quindi poi, trattenerli.  Il sito americano, Glassdoor, famoso, tra le altre cose, per permettere di recensire le società dove si lavora con feedback su salario e complessità dei colloqui, ha stilato una serie di statistiche molto utili che possono aiutare a guidare gli sforzi delle società che ancora non riescono a selezionare le risorse migliori.

189683-glassdoor-com-hr-tech-europe

Da sempre, per reclutare e mantenere le risorse migliori, le aziende investono nella formazione e nella ricerca ingenti quote dei propri profitti. Spesso reclutano HR manager di primo livello o creano team specifici e percorsi interni ad hoc per lo sviluppo verticale dei propri migliori talenti. Insomma, avere ottime expertise nel recruting e nella formazione, spesso, facilità l’individuazione dei futuri talenti e la loro permanenza.

Per avere dunque, più possibilità di attirare nella vostra azienda i migliori, mantenete queste 10 importanti statistiche in mente.