4 Motivi per non leggere “Harry Potter e la Maledizione dell’Erede”

harry-potter-e-la-maledizione-dellerede

Nella notte fra il 23 e il 24 settembre 2016 “Harry Potter e la maledizione dell’erede”, il nuovo capitolo della saga del celebre maghetto inglese, è arrivato in tutte le librerie d’Italia, rendendo felici migliaia di fan che hanno passato ore in fila per essere tra i primi ad avere fra le mani il volume. Visto che ormai sono passati diversi giorni, e che la maggior parte dei fan avrà letto l’ottava storia, una breve recensione spoiler non farà male a nessuno.

Tanta attesa, tanta pubblicità e tanto clamore in tutto il mondo per un libro che, invece, ha deluso, in parte, le aspettative. I veri fan, che hanno letto la saga completa e visto tutti e gli 8 film al cinema, hanno comprato sicuramente la loro copia: ma il loro giudizio non è stato sicuramente positivo.

Ecco 4 motivi per cui “Harry Potter and the cursed child” non riesce a essere la rivelazione dell’anno:

  1. Tutti sanno che il testo del libro non è un romanzo, non è prosa. È il copione su cui si basa lo spettacolo teatrale omonimo, andato in scena per la prima volta a Londra il 30 luglio scorso. Appunto perché è un testo teatrale non può soddisfare la mente di un fan che ha letto e riletto la saga, che è abituato a immaginare nella sua testa il mondo e i personaggi inventati dalla Rowling. Il copione è solamente adatto alla buona riuscita dello spettacolo, che indubbiamente è molto più reale e affascinante ed è il vero protagonista. Quindi perché pubblicarlo in forma di libro e tradurlo in tutto il mondo? Strategie di marketing, signori.