5 Castelli da Riscoprire Dopo che Sono Stati Restaurati

sforzesco-fronte-del-castello

Se volete trascorrere qualche giorno in atmosfere da favola, o se volete perdervi in mezzo alle vie di pittoreschi borghi medievali, ecco 5 castelli da riscoprire dopo che sono stati restaurati anche grazie all’intervento di aziende private.

Il Castello di Canossa

canossa

La rocca fu costruita nel 940 da Adalberto Atto, figlio di Sigifredo di Lucca, principe di stirpe longobarda. Oltre alla casa dominicale, sulla sommità della rupe, il castello comprendeva un convento nel quale risiedevano abitualmente dodici monaci dell’ordine dei benedettini cluniacensi e la chiesa dedicata a Sant’Apollonio. L’episodio principale per cui è famosa Canossa è la conciliazione dell’imperatore Enrico IV col papa Gregorio VII nell’anno 1077, di cui Matilde fu protagonista assoluta, e da cui deriva il detto andare a Canossa, diffuso in tutte le lingue europee.

Castel Forte

castelforte_pan

Castel Forte a Ponte Gardena in Valle Isarco venne costruito su un’altura in posizione dominante sul fiume Isarco alla fine del XII secolo ed ulteriormente ingrandito e potenziato nel XVI secolo. Si tratta di uno dei più grandiosi complessi fortificati dell’Alto Adige. Castel Forte è raggiungibile partendo da Ponte Gardena attraverso il sentiero medievale dei cavalieri che inizia di fronte alla chiesa parrocchiale del paese e, passando per Castel Forte, porta a Tagusa e sull’altipiano di Castelrotto. Il nucleo del castello risale al XII secolo e fu abitato dalla famiglia von Velthurns, successivamente il castello passò nelle mani dei Conti di Tirolo e infine, dal 1370, alla famiglia von Wolkenstein. Nel periodo del barone Engelhard Dietrich von Wolkenstein, Castel Forte ricevette il sistema di difesa, la sala dei cavalieri, la cappella del castello e l’ornato degli affreschi in pieno stile rinascimentale.

Il Castello Gamba

Castello_Baron_Gamba_1

Il castello Gamba è il castello più recente dei tre presenti nel comune di Châtillon, in Valle d’Aosta; quello dei Passerin d’Entrèves e quello di Usselsono, infatti, sono stati costruiti in epoca medievale. Il castello Gamba si trova nella parte occidentale della cittadina, in località Cret de Breil, nei pressi della scuola alberghiera regionale, ed è completamente circondato da un parco aperto al pubblico tutto l’anno. Il castello, contraddistinto da uno stile molto sobrio, presenta una struttura compatta con una torre centrale massiccia e squadrata.

Castello di Miramare

miramare-esterno

Il castello di Miramare fu una residenza della corte Asburgica. Il complesso venne costruito nell’omonima frazione di Trieste per volere di Massimiliano d’Asburgo-Lorena, arciduca d’Austria e imperatore del Messico, per farne la propria dimora da condividere con la moglie. Il Monumento è la principale attrazione di Trieste con 3.408.662 visitatori nel 2010. Nel 2014 è stato il venticinquesimo sito statale italiano più visitato con 253.609 visitatori e un introito lordo totale di 715.678 euro.

Castello di Vigevano

Castello-Visconteo-Sforzesco-di-Vigevano

Il Castello di Vigevano è un tutt’uno con la Piazza Ducale che funge da atrio d’ingresso. Si può considerare una piccola città nella città, essendo per estensione uno dei più grandi complessi fortificati d’Europa. Il primo nucleo risale all’età longobarda, mentre la sua trasformazione in residenza signorile si deve ai Visconti e agli Sforza. Alla sua realizzazione contribuirono artisti come Bramante e Leonardo.Verso la metà dell’Ottocento diventa Caserma dell’Esercito Sardo e quindi del Regio Esercito Italiano e rimane sede militare fino al 1968. Il Complesso architettonico del Castello Visconteo-Sforzesco di Vigevano si presenta come un insieme di edifici che occupano una superficie di oltre 70 mila metri quadri, di cui 25 mila di coperture, cui vanno aggiunti i 36 mila metri quadri di cortile. Per intenderci, potrebbe contenere due volte Buckingham Palace.