Ecco Come l’Unione Sovietica Controllava il Popolo

urss

Il filo conduttore che lega ogni tipo di regime totalitario è il forte controllo che dall’alto viene imposto alla popolazione. L’Unione Sovietica non fu da meno, in quanto dietro alla Cortina di Ferro le libertà individuali erano molto limitate, e l’opinione pubblica era fortemente pilotata. Ma le leggi del partito comunista russo non erano solo strette, ma anche parecchio malate. Vediamone insieme qualcuna, giusto per farci un’idea.

9. Chi aveva un’idea diversa era considerato matto

schizofrenia

Verso la fine degli anni 70, il partito comunista era convinto di avere il sistema di governo migliore del mondo. Non riuscivano a capire quindi perché molta gente fosse così infelice. Allora gli psicologi russi arrivarono ad una conclusione: chi esprimeva idee non in linea con quelle del partito era clinicamente pazzo e come tale doveva essere curato. Fu così che centinaia di persone completamente normali, ma con idee diverse dalla propaganda sovietica, vennero rinchiuse in clinica e seguite dagli psicologi perché li “curassero”.