Adidas, l’Altra Trionfatrice di Brasile 2014

adidas

La finale di Brasile 2014 tra Germania e Argentina è stato un trionfo della società tedesca Adidas fornitrice tecnica di entrambe le nazionali. Ma l’azienda di Herzogeaurach ha numerose altre ragione per sorridere dopo i Mondiali.

1. Dopo la vittoria tedesca, le maglie dei neo campioni del mondo sono state vendute sul sito Adidas per € 84,95 .In poche ore erano andati svuotati tutti i magazzini

2. Adidas ha realizzato 1,4 miliardi di sterline da merchandising lo scorso anno. Questa rappresenta una cifra superiore a quanto il Foreign Office britannico spende per le ambasciate, gli Stati Uniti spendono su un bombardiere Stealth e tutti i turisti cinesi spenderanno in Gran Bretagna nel 2017.

3. Gli scarpini Adidas hanno dominato il mondiale,il modello f50 della società tedesca è stata la scrpa che segnato più marcature nella rassegna con 46 gol.

4 Non contento di essere sponsor ufficiale della Coppa del Mondo 2014, Adidas ha anche sponsorizzato entrambe le squadre finaliste – così come la Colombia, che ha vinto il premio Fair Play della FIFA.

5. Adidas ha inoltre sponsorizzato Lionel Messi, che ha vinto il Pallone d’Oro,come miglior giocatore della manifestazione mondiale (premio sponsorizzato da Adidas).

6. Ed il portiere tedesco Manuel Neuer, che ha vinto il (Adidas sponsorizzato) Golden Glove.

7 Il colombiano James Rodriguez, che ha vinto la Scarpa d’Oro (sponsorizzato da … indovinate chi?).

8. Nella top Team della FIFA del torneo comprendeva 8 giocatori sponsorizzati Adidas.

9. I video Adidas pubblicati durante la Coppa del Mondo sono stati visti dai 38 milioni, il che rendono il marchio sportivo della manifestazione.

10. Il brand tedesco è stato quello nominato di più social media, con 1.59 milioni conversazioni attraverso Twitter, Facebook, blog eTumblr. Il suo hashtag, # Allin, è stato il marchio hashtag più utilizzato su Twitter con 917.000 click.

11. Ogni pallone dalla Coppa del Mondo dal 1970 ad oggi è stata fatta da Adidas.

12. La società ha negoziato con la FIFA per mantenere il suo contratto in corso, tra cui la progettazione delpallone ufficiale, fino all’anno 2030.