Adidas e Nike: la Sfida È Ancora Aperta

gigi hadid

L’eterne rivali Adidas Group e Nike sono ancora sotto i riflettori del mercato dell’abbigliamento sportivo.

Il gruppo tedesco basa la sua potenza sulla visibilità: nel 2005 acquisisce il marchio Reebok per 3.8 miliardi di dollari per consolidare la presenza di Adidas nel Nord America. Allora la Nike si godeva la vista del primo posto con un fatturato di 13,7 miliardi di dollari e una quota di mercato del 36%.

adidasLa mossa strategica di Adidas mirava a garantirsi 11,1 miliardi di dollari di fatturato e il raddoppiamento delle vendite, dal momento che Reebok controllava il 12% del mercato.

In particolare, la sfida si gioca negli Stati Uniti: sono il mercato di abbigliamento sportivo più grande del mondo, e Adidas ha sempre avuto grosse difficoltà a fronteggiare la presenza di Nike e di altri marchi nascenti.

Ma non nel 2017. Quest’anno, infatti, sta iniziando a godere degli effetti della sua strategia finanziaria di lungo termine.

Stando ai dati del 2015 il giro d’affari a stelle e strisce in questo settore era pari a 97 miliardi di dollari: se Adidas riuscisse a catturare una quota significativa di questo mercato, diventerebbe un leader a livello mondiale e potrebbe sostenere la crescita futura.

La chiave per il successo è mantenere un alto livello di desiderabilità: ecco perché il marchio tedesco si concentrerà sulla produzione di edizioni limitate, sul coinvolgimento dei consumatori, sulla tecnologia e sul marketing. Un’opportunità di mercato unica se si considera che la rivale Nike deve incanalare tutte le sue energie nel consolidamento della leadership con una quota di mercato del 21% negli Stati Uniti.

Tutti gli sviluppi della battaglia saranno concepiti in chiave digitale, attraverso i social media e gli ambasciatori di alto profilo e top model.

gigi hadid reebokMa nell’arena è entrato un terzo concorrente: Reebok è determinato a ritornare sulla cresta dell’onda e a differenziarsi da Adidas e Nike. Con la sua ultima campagna promozionale con la modella Gigi Hadid e il campione Conor McGregor, Reebok ha dato un chiaro segnale delle sue intenzioni.

L’azienda statunitense ha, inoltre, le spalle forti di un passato glorioso: si pensi alla partnership con Crossfit del 2010, che ha conquistato i fitness-addicted. L’attuale accordo con UFC, un’organizzazione di arti marziali americana, potrebbe rivelarsi redditizia per gli amanti dello sport da combattimento.

Non c’è che dire, la battaglia sul ring è più accesa che mai. Chi manderà gli avversari KO?