Alessi: Una Storia di Successo Tutta Italiana tra Arte e Design

La scelta di mantenere il proprio core business nello stabilimento di Crusillano è una scelta guidata da ragioni di responsabilità sociale legate al territorio e allo standard tecnologico e alle manualità artigianali che al momento si possono trovare solo in questa zona delle prealpi novaresi. E' qui infatti che vengono realizzati i prodotti in metallo stampato a freddo, mentre l'azienda ricorre all'outsourcing per tutte le produzioni più semplici in materiali come porcellana, cristallo, plastica, legno, rivolgendosi a terzisti prevalentemente non locali.

La fama del design italiano, di cui la Alessi S.p.a. si è fatta ambasciatrice, è universalmente riconosciuta: il marchio è infatti presente in tutto il mondo con oltre 275 negozi multimarca e 26 flag ship store monomarca. Il futurismo e lo stravolgimento del concept di alcuni prodotti da cucina sono valsi al marchio l'esposizione in alcuni dei templi dell'arte moderna come il MoMA di New York, il Victoria & Albert Museum di Londra ed il Centre Pompidou a Parigi. In questo video vengono mostrati i pezzi esposti e le gallerie d'arte che li ospitano.

good_design1

Nel 2011 il salvadanaio per semi "Seed-safe" targato Alessi e disegnato da Martí Guixé è stato insignito del prestigioso premio GREEN GOOD DESIGN® istituito da The Chicago Athenaeum, fondato nel 1950 dagli architetti Eero Saarinen, Charles and Ray Eames e Edgar Kaufmann Jr. con l'intento di trasmettere la necessità di "progettare un mondo migliore”. Il Good Design è ancora oggi riconosciuto come una delle più autorevoli selezioni a livello mondiale di opere di design, grafica, architettura e urbanistica.