In America Apre il Primo Store di Marijuana

Tumbleweeds

È notizia di questi giorni che nello stato del Colorado si siano aperte le porte del primo drive-thru autorizzato per la vendita di marijuana e di altri prodotti legati alla sua consumazione. Si chiama Tumbleweed Express ed è situato nel vecchio autolavaggio di Parachute, una tranquilla cittadina statunitense. Il negozio sarà autorizzato a vendere erba dalle 4 di pomeriggio fino a mezzanotte per dare la possibilità di acquisto anche a coloro i quali ne sentono il bisogno in tarda serata.

Ha dichiarato Mark Smith, il CEO di Tumbleweed, al Glenwood Spring Post-Independent. Egli è inoltre uno dei più recenti investitori in questo settore che cerca di fondare un business completamente autonomo nella vendita di prodotti legati alla marijuana. Prima di lui, infatti, risultano i tentativi di alcune famose star del panorama statunitense come Whoopi Goldeberg o Snoop Dogg.

Il concetto di “drive-thru”, in Italia, non è particolarmente diffuso, di solito si associa principalmente alle più famose catene di fast food come per esempio Mc Donald’s oppure Burger King. Mentre invece, negli Stati Uniti questo genere di servizi sono molto popolari e infatti vengono offerti da tutti i grandi store indipendentemente dai prodotti che vendono.

Afferma il proprietario dello store riguardo al sistema di ordinazione. Infatti, fuori dall’edificio, all’ingresso, sono situati i vari menù che il cliente può tranquillamente consultare per poi piazzare l’ordine. Una volta all’interno del negozio si deve solamente ritirare la merce che sarà subito pronta. Tumbleweed Express è dotato inoltre di una porta nascosta nel retro dell’edificio per tutti quei consumatori che non vogliono essere visti nell’atto dell’acquisto. Lo store non vende soltanto marijuana, ma anche altri prodotti in alternativa come per esempio caramelle e cioccolatini al gusto di erba e molto altro.

Questo genere di drive-thru è inoltre soggetto ad alcune intransigenti normative a cui devono anche sottostare tutti i rivenditori legali di marijuana. Non è, infatti, consentito l’ingresso a chiunque non abbia compiuto 21 anni d’età, questa regola si estende non solo all’acquisto, ma è vietato anche il loro accesso ai parcheggi. Non sarà venduta erba nemmeno a tutti coloro che in macchina trasportano minorenni. Lo store, inoltre non può nemmeno esporre nelle vetrine tali prodotti.

La scelta di Mark Smith di aprire il primo store di erba è ricaduta subito sulla città di Parachute in quanto, secondo i recenti sondaggi del 2016, la marijuana risulta essere una componente importante per l’economia locale, pari a quasi al 30% dei ricavi.