Anversa, Va in Scena la Grande Tradizione dell’Alta Moda

Moda Anversa

Ci sono molti modi per cambiare la storia. Uno di essi passa attraverso le rivoluzioni nel modo di vestire e, quindi, di presentarsi al mondo. Cristòbal Balenciaga, stilista basco dal talento unico nato nel 1895, fu gran maestro di questa speciale arte rivoluzionaria, che lo condusse a interpretare la moda non solo come fucina di tendenze ma soprattutto come laboratorio della forma.

Proprio a partire dalle sue intuizioni, ad Anversa, in un Belgio mai così martoriato e comunque vitale, sarà aperta dal 18 marzo al 14 agosto 2016 la mostra intitolata “Game Changers. Reinventing the 20th Century Silhouette”, che pone l’estro creativo di Balenciaga al centro di un percorso espositivo allestito al MoMu, il museo della moda della città.

Moda

L’esposizione presenta circa un centinaio di modelli dello stilista, che liberò le donne dalla gabbia del corsetto in nome della libertà dei movimenti, inventando capi iconici come la giacca a palloncino, l’abito a tunica e il vestito baby doll. Accanto alla sua produzione sartoriale, saranno visibili anche le creazioni di altri designer che hanno contribuito a cambiare il concetto di moda e di eleganza femminile, come Paul Poiret, Madeleine Vionnet, Gabrielle Chanel, pionieri dell’haute couture durante il primo dopoguerra.

Moda Anversa2

Infine, uno sguardo attento è rivolto al mondo contemporaneo, con una selezione di tendenze moda firmate dai grandi nomi del fashion attuale, come i giapponesi Issey Miyake, Comme des Garçons, Yohji Yamamoto e i belgi Ann Demeulemeester e Maison Martin Margiela, tutti capaci di raccogliere la straordinaria eredità lasciata da Balenciaga, colui che fu il direttore d’orchestra dell’alta moda, secondo le parole di Christian Dior.