Apple-IBM: Mobile e Business Uniti da un’Accordo tra Titani

«È un grande passo avanti da parte di Apple, che semplicemente ha trovato in IBM un “outsourcer” di alta qualità in termini di organizzazione delle vendite, del supporto e dei servizi - aggiunge Frank Gillett di Forrester Research - così Apple mantiene il suo focus, ma si allea su larga scala con un partner che può rappresentarla totalmente nel mondo enterprise».

Inoltre il focus sulle app, anziché sui device, è decisamente significativo. I device infatti sono identici a quelli commercializzati per gli utenti privati, ma il valore aggiunto è dato dalle funzionalità degli applicativi per le aziende. Il problema principale per il mondo del business, è integrare device e app con l’infrastruttura e il parco applicativo già esistente. Per spingere gli iPhone e iPad in uno scenario del genere, Apple molto semplicemente li veicola attraverso partner in grado di proporre un’offerta il più possibile integrata di sviluppo di Mobile App, gestione di software e device, e systems integration. Insomma, un pacchetto “end-to-end”, e IBM è uno dei player più forti corrispondenti a questo ritratto.