Asia Europe Meeting (Asem) a Milano, “Una Partnership Responsabile Per la Crescita e La Sicurezza”

Le caratteristiche chiave del forum, sin dalla prima edizione, sono: l'informalità dell'incontro, permettendo così una discussione aperta tra policy makers e funzionari governativi su qualsiasi questione politica, economica e socio-culturale sia di interesse comune, ad integrazione di quanto già avviato in altre sedi bilaterali o multilaterali; la multidimensionalità delle tematiche coperte dal forum, nell'ampio spettro delle relazioni tra i due continenti; l'enfasi sulla parità di partenariato, per favorire un processo di dialogo e cooperazione basato sul mutuo rispetto ed un comune beneficio; e la duplice attenzione a temi di "alto livello" e di rilievo per la società civile.

Oltre 50 paesi - qualcosa come il 60% della popolazione mondiale, il 70% del commercio internazionale, e metà del prodotto interno lordo globale - s'incontreranno oggi per discutere il tema scelto per l'occasione: "Una Partnership Responsabile Per la Crescita e La Sicurezza". Analizziamolo, termine per termine, seguendo le linee guida stilate nei comunicati ufficiali, in vista del summit.

Per "partnership" s'intende la necessità di stabilire un saldo, e sempre più inclusivo, rapporto tra le nazioni Euro-asiatiche, "per affrontare congiuntamente le sfide globali e quelle regionali", esse siano di carattere economico, sociale o politico. Ad ogni membro dell'Asem è richiesto di agire "responsabilmente", rispettando l'impegno comune verso la tutela ambientale, il dialogo sociale, l'eliminazione della povertà, e la promozione e la protezione dei diritti umani - no, evidentemente la Nord Corea non parteciperà. Con il termine "crescita", ci si riferisce al mutuo interesse dei paesi partecipanti verso un rafforzamento delle proprie economie attraverso l'implementazione di riforme strutturali in Europa, così come in Asia, includendo l'impegno a consolidare gli scambi commerciali e gli investimenti. Infine, come riportato sul sito ufficiale del vertice, "non c'è crescita/sviluppo senza 'sicurezza' nel senso più ampio del termine - sicurezza marittima, sicurezza sociale, alimentare e nucleare."