Bce Protagonista in Europa, Sale a Sorpresa l’Import Cinese

sede_bce_getty_010513

Dal mondo

Il presidente Usa Barack Obama e il primo ministro indiano Modi si incontreranno oggi nel Laos, a margine della conferenza Asean. Sarà il loro ottavo incontro in due anni.

Ieri Apple ha presentato diverse novità a San Francisco, tra cui due nuovi iPhone (il maggior cambiamento è la totale resistenza all’acqua), un Apple Watch  e un nuovo set di cuffie wireless chiamate AirPods.

Hewlett Packard Enterprise ha annunciato la vendita dei suoi asset software a Micro Focus International per 8,8 miliardi di dollari.

La Gran Bretagna ha raggiunto un accordo con la Francia per costruire a Calais una barriera alta 4 metri e lunga un chilomentro per fermare il flusso di migranti. Apagare il conto (stimato in 1,9 milioni di sterline) sarà Londra.

Il presidente turco Erdogan ha dichiarato che Turchia e Stati Uniti sono pronti a lavorare insieme per cacciare l’Isis da Raqqa.

In Italia

Gli abitanti di Roma sono tra i meno soddisfatti in Ue per la vita nella loro città. In uno studio di Eurostat, la Città eterna figura come penultima per gradimento da parte dei propri cittadini. Peggio fa solo Atene.

In un messaggio pubblicato su Facebook e sul blog di Beppe Grillo, il sindaco di Roma Virginia Raggi ha detto che l’assessore all’Ambiente Paola Muraro resterà al suo posto e che “saranno i pm a decidere, non i partiti”.

Successe Oggi

L’8 settembre del 1951, 49 nazioni firmarono un trattato di pace con il Giappone, il Trattato di San Francisco, mettendo formalmente fine alla Guerra del Pacifico

Economia e mercati

Oggi è il giorno della Bce, con il presidente Mario Draghi che nel pomeriggio annuncerà le prossime mosse di politica monetaria. Gli analisti interpellati dall’agenzia di stampa Reuters non prevedono novità immediate, ma si aspettano che con il meeting di oggi si cominci a preparare il terreno in vista di un irrobustimento delle misure di stimolo entro fine anno, compreso un prolungamento del quantitative easing oltre l’attuale scadenza, fissata a marzo 2017. La Bce aggiornerà inoltre le stime di inflazione, disoccupazione e PIL, ma non sono previste revisioni al ribasso consistenti delle stime di giugno.

La volatilità delle opzioni overnight sul cambio euro/dollaro alla vigilia del meeting odierno della Bce impallidisce se confrontata ai livelli registrati in occasione dei precedenti meeting Bce del 2016. Questo segnala che gli investitori stanno allineando le loro previsioni a quelle degli  analisti e non si aspettano grandi cambiamenti da Francoforte.

Secondo quanto emerge dal Beige Book pubblicato ieri sera dalla Fed, l’economia Usa è cresciuta a un passo modesto nei mesi di luglio e agosto, mentre ci sono scarsi segnali di pressioni salariali al di fuori della fascia del lavoro altamente specializzato. E la situazione dovrebbe rimanere stabile anche nei prossimi mesi.

Ieri comunque, il presidente della Fed di Richmond Lacker ha affermato che ci sono “forti” motivazioni a favore dell’ipotesi di un rialzo dei tassi Usa nel meeting di questo mese.

I tassi d’interesse reali a medio termine (5 anni) sono per lo più negativi. Solo gli USA sembrano offrire dei rendimenti leggermente reali.

Tutto sommato, nella zona euro il credito continua a confluire nelle tasche di cittadini e imprese ad un buon passo, nonostante la pressione che quest’anno ha colpito i titoli bancari del Vecchio Continente.

Ma in Italia i margini sui prestiti alle imprese sono sempre più bassi. Le banche italiane riusciranno a mantenere i conti in ordine?

Aumento inatteso per le importazioni cinesi in agosto: +1,5% su anno su stime per un -4,9%, dopo 21 mesi consecutivi di contrazione. Le esportazioni sono invece scese del 2,8%, contro il -4,4% di luglio e il -4,0% delle attese. Il saldo di bilancia commerciale di agosto rimane positivo, poco sopra i 52 miliardi di dollari, praticamente invariato sul mese precedente.

Lieve revisione al rialzo per il Pil giapponese del secondo trimestre. In base ai dati rivisti, la crescita è stata dello 0,7% annualizzato, contro il +0,2% della lettura preliminare.

La Banca del Giappone non esclude che i tassi di interesse possano essere portati ulteriormente in territorio negativo o qualsiasi altra misura utile per raggiungere l’obiettivo sull’inflazione. Lo ha detto il vice governatore Nakaso.

L’economia francese crescerà dello 0,3% nel terzo trimestre, tornando all’espansione dopo la stagnazione dei precedenti tre mesi. Lo ha fatto sapere la Banca di Francia, che ha mantenuto invariate le proprie stime per il periodo.

Occhio al dato

In Europa i riflettori sono puntati oggi sul meeting della Bce a Francoforte e sulla successiva conferenza stampa del presidente Mario Draghi.

Dagli Usa arrivano i dati su richieste settimanali di sussidi di disoccupazione e sui crediti al consumo di luglio.