Bd, la Startup Sociale che Aiuta i Ragazzi Dislessici ad Utilizzare lo Smartphone

bd offre un servizio che é rivolto ad una nicchia molto particolare di utenti, pensi che questo vi abbia penalizzato rispetto ad una qualsiasi altra start up nello trovare dei finanziatori?

bd ha come scopo primario quello di realizzare un prodotto che possa semplificare agli utenti con DSA le attività svolte con lo smartphone. Se il 2015 è il mondo delle applicazioni e delle tecnologie digitali, bd vuole essere al passo con i tempi. Il target al quale il team si rivolge è di nicchia, ma rappresenta comunque una grande fetta della popolazione nazionale e internazionale. Il team bd è appassionato alla tematica Dislessia, ma non esclude di allargare il progetto all’analisi di altri Disturbi Specifici dell’Apprendimento. bd vorrebbe che anche i potenziali finanziatori condividessero questo sentimento in modo da non fermarsi al solo atto di finanziare un progetto.

Che progetti avete per il futuro?

Il team ha come obiettivo più prossimo quello di incontrare un vasto numero di persone con DSA per discutere sulle potenzialità dell’idea e per creare un prodotto ad hoc.  Bisognerà quindi lavorare intensamente sulle capacità informatiche per creare il prodotto perfetto, frutto delle esigenze evidenziate dal potenziale utente di bd. Per realizzare questo obiettivo puntiamo a un costante lavoro di squadra, alla condivisione di idee e alla discussione di punti di vista differenti. E’ anche per questa ragione che siamo aperti al confronto con nuove persone che possano dare il proprio contributo, esperienziale o finanziario, purché condividano la passione per la tematica affrontata.