Bella in Passerella: i Sollevatori Telescopici Merlo

merlo

All’ultimo Agritechnica, il salone delle macchine agricole che si tiene in Germania, la cuneese Merlo ha vinto la medaglia d’oro per l’innovazione tecnologica: il sollevatore telescopico che ha primeggiato fra 400 concorrenti per praticità, bassi consumi, ridotte emissioni. Una multinazionale che ha 50 anni di storia, fondata da Amilcare Merlo, a capo di una famiglia riservata, come si usa in Provincia Granda: un gruppo capace di esportare il 90% del fatturato di 400 milioni, 1.200 dipendenti ripartiti fra la sede unica italiana a San Defendente, alle porte di Cuneo, dove è concentrato il “sapere”, e le sedi commerciali e di servizio estere. Numeri che parlano: 80 milioni di investimenti, 33 per le linee produttive a sostegno di una crescita che privilegia ricerca ed innovazione del prodotto, automazione nella produzione, rete commerciale diffusa nel mondo. Per salire sempre più in alto, meglio un sollevatore telescopico.

“Bella, in passerella” è la rubrica che vuole far conoscere casi di successo di imprese italiane, che sono tante ma sembrano “merce rara” in un paese che sta perdendo la capacità di riconoscere le eccellenze di tecnologie, “saper fare”, piccoli e grandi “campioni”, uomini e donne che ogni giorno lottano perché credono nelle loro capacità. Belle imprese. Da passerella.