Biocirce: il Primo Master in Bioeconomia

l_f544595eeb

I prodotti e i servizi a matrice Bio sono sempre più richiesti; per questo è nato BIOCIRCE, il primo master finalizzato alla formazione di professionisti in tale campo, grazie alla collaborazione tra l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, l’Università degli Studi Federico II di Napoli, l’Alma Mater Studiorum Università di Bologna e l’Università degli Studi di Torino, insieme alla banca Intesa Sanpaolo e a diverse aziende come Novamont, GFBiochemicals e PTP Science Park di Lodi.

Il programma di studi, unico nel suo genere, verterà sulla produzione delle materie prime a matrice biologica in diversi ecosistemi e aree climatiche, sulla logistica e sulla supply chain, sui processi produttivi e sulle tecnologie per la trasformazione in prodotti e servizi, così come sul loro marketing e utilizzo.

Il programma di studi del Master è strutturato su 12 mesi, dei quali 6 saranno dedicati a stage formativi all’interno di aziende partner e del settore. Dedicato a neolaureati provenienti da background economici, legali e scientifici, la prima edizione del Master prenderà il via a Gennaio 2017.

La bioeconomia, campo nel quale i professionisti formati dal Master lavoreranno, ha le sue origini in una teoria economica proposta da Nicholas Georgescu-Roegen per un’economia ecologicamente e socialmente sostenibile.

Egli riteneva che qualsiasi processo economico che produce merci materiali diminuisce la disponibilità di energia nel futuro e quindi la possibilità futura di produrre altre merci e cose materiali.

Parzialmente ispirata ai concetti della bioeconomia è la Permacultura, ossia l’insieme di pratiche agronomiche che si prefigge l’obiettivo di preservare la fertilità dei campi tramite imitazione della natura.

La teoria della bioeconomia è poi stata tradotta nel sistema economico della decrescita dallo stesso Nicholas Georgescu-Roegen.