Bob Diamond, ex CEO di Barclays: dalla City all’Africa

L’elevato potenziale di crescita ha attratto negli anni più recenti anche l’interesse dei grandi gruppi bancari tra cui la stessa Barclays, Standard Chartered, JPMorgan, Deutsche Bank, Credit SuisseCitigroup. Una recente indagine condotta da The Economist Group effettuata su 217 multinazionali suddivise su 45 Paesi mostra che l’espansione nel continente africano nei prossimi 10 anni è considerata una priorità per 2 imprese su 3. In un periodo di crisi profonda del mercato finanziario e in seguito alla recente recessione è evidente che soprattutto il settore bancario, su cui si basa l’intera economia mondiale e considerato il primo responsabile della crisi, sia in cerca di nuovi sbocchi e nuovi mercati in crescita.

L’Africa da sempre patria del colonialismo e di elementi negativi quali catastrofi naturali, povertà, malattie si rivela essere oggi una possibilità. E se a lungo il continente ha ricevuto aiuti umanitari senza che di fatto la cooperazione internazionale sia riuscita a sottrarlo dalla spirale di dipendenza alle economie sviluppate chissà che, questa volta, gli interessi economici portino un cambio di dinamiche. Speriamo che ciò possa giovare a tutti.

Photo credit: Tjeerd / Foter.com / CC BY