Cibo, Sesso e Sport: la Vita Sana degli Universitari

università

Stando ad un articolo pubblicato sul sito dell’ANSA e disponibile a questo link, esisterebbero dei trucchi per affrontare l’anno universitario forti come leoni, senza mettere a rischio la propria salute.

In buona sostanza, i consigli degli esperti (nello specifico, i Centers for Disease Control – Cdc) sono questi:

Sonno – Bisogna dormire almeno 7 ore di fila per rimanere lucidi ed equilibrati. E’ facile intuire che dopo un festino a suon di musica rock (ma non solo!), finito intorno alle 2 di notte, svegliarsi alle 7 per essere a lezione in orario non è proprio una buona idea. Sarebbe quindi buona cosa rinviare tutto al sabato e fare qualcosa di più tranquillo durante la settimana.

Droga – Droga e alcol sono da evitare come la peste e i motivi sono ormai noti a tutti. Accanto a questi, i Cdc raccomandano di evitare dolciumi, cibi grassi e megacalorici.

Sesso – Nonostante si raccomandi di svolgere almeno 2 ore e mezza di attività fisica a settimana, i Cdc non parlano esplicitamente di sesso, ma pongono l’accento sul fatto che quasi il 40% degli stupri sulle donne avviene quando queste sono nella fascia di età compresa tra i 18 e i 24 anni. Nel pieno del periodo universitario, insomma. E allora, si ricorda agli studenti che è fondamentale il consenso dell’altra parte ad un rapporto sessuale (nel qual caso, il sesso potrebbe anche rientrare nelle 2.5 ore di attività fisica di cui sopra). In caso contrario, si parla di violenza, di qualcosa che viene ottenuto con la forza e contro la volontà della vittima. Va pertanto evitata e, nel peggiore degli scenari, denunciata senza riserva alcuna.

Allo stesso tempo, non si dimentichi l’importanza dei test per l’HIV e le malattie sessualmente trasmissibili. La prudenza non è mai troppa.