Clash of Clans, Candy Crush Saga, Angry Birds, e Farmville: Lotta per la Sopravvivenza dei Social Games

candy-crush-jpg

Gli smartphone e le app sono ormai parte integrante della nostra vita, e molti di noi non potrebbero vivere senza. E’ vero, sono utilissimi, permettono di navigare in internet, di essere sempre aggiornati e super produttivi…ma in realtà, non sono certo le app di produttività o di news in cima alle classifiche di iOS e Android.

Sono invece i “social games”, giochi integrati con i social network, a piazzarsi sempre in testa ai ranking, tra i quali spiccano, nel ranking “Top Redditizi” di Apple Store, Clash of Clans, successo indiscusso di Supercell, e Candy Crush Saga, il più noto gioco della compagnia di game development King.com.

Si tratta di due giochi molto diversi tra di loro, l’uno un gioco di strategia multiplayer in cui gli utenti si raggruppano in clan per salire di livello e vincere trofei, l’altro un puzzle game in cui l’utente può ricevere aiuto o inviare “vite” agli amici di Facebook, nonché vedere il proprio livello e quello dei propri amici in una piattaforma simile ad un “gioco dell’oca”. Mentre il primo targhettizza giocatori più “hard core”, magari che a casa usano la Playstation o l’Xbox, il secondo vuole attirare i “casual gamers”, “non-giocatori” a cui però piace riempire i vuoti di tempo con giochi semplici e che richiedono poco impegno.