La ‘Compassione’ di George Soros da Torino: “Salviamo L’Europa”

george soros

I problemi dell’euro non sono stati risolti, ed il pericolo per paesi come L’Italia, che è fortemente indebitata, è che potrebbero peggiorare ulteriormente in confronto ai paesi creditori che invece migliorano”. In questo modo il finanziere di origini ungheresi naturalizzato statunitense George Soros, commenta le condizioni economiche prevalenti in Italia in un’intervista per Ballarò rilasciata al Salone del Libro di Torino dove ha presentato il suo nuovo manuale “Salviamo L’Europa”.

Alla domanda se fosse auspicabile un’Europa senza Euro, ha così risposto: “L’Euro è qui per rimanere, l’Euro ora è sicuro, ma a causa delle politiche di austerity, che sono ancora in atto, non ci sarà una vera ripresa, ma una lenta stagnazione, e questo perpetuerà lo svantaggio di cui l’Italia ancora soffre”. Anche perché, ricalca Soros, “L’Italia non ha ancora fatto tutte le riforme strutturali necessarie. Monti ha fallito sul tema della riforma sul lavoro, e resta da vedere se Renzi avrà maggior successo o no.”