Constellation Brands, Il Gigante Statunitense della Birra che Punta Sulla Cannabis

Marijuana-Use-Does-Causes-Brain-Damage-1

Negli ultimi anni l’assunzione di marijuana a scopo ludico e ricreativo è diventato un tema ricorrente, che ha interessato e spesso diviso l’opinione pubblica, portando alla legalizzazione della cannabis in diversi paesi del mondo.

Il dibattito si esplica anche nell’ambito del mercato e degli affari: non mancano infatti aziende che vedono, nella potenziale crescita del consumo delle droghe leggere, un nuovo sbocco in cui investire. Se però molte di queste si limitano ad osservare a distanza il fenomeno, la Constellation Brands, terza compagnia produttrice di birra degli Stati Uniti che vanta nel suo portafoglio i prodotti Corona, si è guadagnata il ruolo di vero e proprio pioniere.

Il gruppo statunitense ha investito ben 191 milioni di dollari, acquisendo il 9,9% della società canadese Canapy Growth Corp, produttrice di cannabis, considerando la sostanza come un possibile catalizzatore per gli affari degli alcolici e non un limite. Il progetto sarebbe quello di creare una bevanda, sfruttando l’infuso ricavato dalle foglie, che consentirebbe un primato nel mercato, grazie al largo anticipo ottenuto sui possibili concorrenti.

weed-stz-600x460