Cosa Dovresti Fare Quando Lei Ti Lascia (e Cosa Fai in Realtà)

Why So Serious Federica Colli Vignarelli

E niente. Tanti giorni mesi anni felici accanto a te e poi a un certo punto prende e ti molla. Tu non te ne capaciti molto. Ti chiedi cosa possa essere stato. Il boxer di masha e l’orso ha sempre giurato le piacesse un sacco, il tuo rapporto scostante con lo spazzolino da denti non è mai stato un problema, quel compagno di corso vagamente somigliante ad Adam Levine con la voce di Luca Ward che fa volontariato dona il sangue conosce otto lingue e adora anziani e bambini non è assolutamente il suo tipo, le cene al burger king per festeggiare il mesiversario sono super alternative e sai per certo che la fanno sentire speciale. Forse qualche venerdì sera hai preferito giocare a Call of Duty anziché possederla, forse è capitato che tu l’abbia ripresa perché si è messa a sfilare in baby doll davanti alla tele il mercoledì di champions, forse le hai fatto un paio di scenate di troppo quando lei presa da disperazione ha pubblicato un selfie con mezza tetta in vista per ricordarsi di essere donna ma niente di tutto ciò ti suona poi così grave. E invece a un certo punto lei, che per brevità chiameremo la Stronza, prende e ti molla. Senza spiegazioni, senza diritto di replica e senza nemmeno restituirti il cofanetto smartbox che le avevi acquistato con così tanta scrupolosa attenzione alle sue necessità, convinto che uno a scelta tra il percorso avventura nei boschi del Trentino e la giornata all’autodromo di Monza avrebbe reso felice anche lei.

E invece l’hanno solo resa Stronza. Ma meno male che te ne sei liberato guarda, non era affatto in grado di apprezzarti e alla fine la vita da single un po’ ti mancava. Quindi ecco adesso vede. Cosa vede? Con tutta probabilità assolutamente nulla, a parte il miserabile tentativo di un uomo di dare un senso a ciò che di lui resta. Come? Più o meno così.

1. Aspetto fisico

Cosa dovresti fare: iscriverti in tempo zero in palestra, anzi in due palestre, fai tre per sicurezza che metti che una chiude per festività e l’altra per lutto tu cosa fai che non puoi permetterti di saltare neanche mezza giornata. Perché sì, lei amava la tua pancetta tendente al guanciale, il tuo bicipite da sollevatore di polemiche, il tuo gluteo a piadina, la tua clavicola alla Costanzo e il tuo vello dorsale ma sai cosa? Gli altri no. Con tutta probabilità non li amava neanche lei, diciamo che era ricaduta nella fattispecie di accettazione passiva della tua persona, cosa di cui tu hai approfittato palesemente e irreversibilmente. Ecco, reversibilizzati.

Cosa fai in realtà: rispolveri il tesserino del burger king che mancano appena due cesti di pepite di pollo da tre chili e vinci la coca gratis; nel dubbio rispolveri anche quello della yogurteria, del kebabbaro, del caramellaro al MySpace cinema e dell’autolavaggio così giusto per sentirti parte di qualcosa e dimostrare a te stesso che ci sono un sacco di persone a te fidelizzate e che ci tengono un sacco a rivederti e che ti accettano come sei al contrario guarda caso della Stronza. E fanculo l’estetista, ti tieni i peli sulla schiena che fanno tanto Chewbecca e le donne adorano Star Wars.

schiena