Cose che Avresti Sempre Voluto Chiedere al Founder di una Startup

startup

Isaiah ha 27 anni, vive a San Francisco, ha un reddito annuo di $36.000 e nessun risparmio per il giorno in cui andrà in pensione. Anzi, il suo motto è «the poorer, the better». «Povero è meglio – diremmo noi – così non ho niente da perdere».

Chi è Isaiah?

E’ un nome di fantasia dietro il quale si cela il CEO di una start up innovativa valutata $20.000.000 di cui detiene una quota pari al 30% ed è uno degli intervistati dal blog The Hustle che ha condotto un’indagine su un campione di 133 startupper riguardo stipendi, risparmi, conti corrente e debiti.

Stipendio e conto corrente

La prima cosa che salta all’occhio è che la maggior parte degli intervistati è ben lontana dagli stipendi da capogiro dell’immaginario collettivo, anzi, una fetta rilevante (28 su 133) dichiara di non guadagnare niente dalla propria attività. I bassi stipendi sono motivati dalla loro spiccata propensione per le nuove sfide, come spiega Marcus, 42 anni: «avere e dipendere da uno stipendio alto è una maledizione, ti impedisce di cercare sempre nuovi progetti in cui buttarti».

grafico 1

Questo non significa che 28 imprenditori abbiano accettato di lavorare senza avere uno stipendio, in questa stima non rientrano le quote di partecipazione alla start up degli intervistati. Analizzando i dati infatti, emerge che chi ha dichiarato un reddito pari a $0 ha partecipazioni più alte degli altri: dei 28 totali 16 possiedono interamente la propria impresa.

grafico 2