Crimini Finanziari, Quando “l’Avidità é Giusta” e Rimane Impunita

Esemplare, oltre a quello di Belfort, sembra essere il caso di Paul Bilzerian - uno specialista di acquisizioni aziendali statunitense, condannato negli anni '80 per la violazione delle leggi fiscali e finanziarie in materia di takeover - il quale dei $62 milioni dovuti alla Securities and Exchange Commission ne ha sinora restituiti soltanto $3,7. Bilzerian, "non così stupido da avere un conto in banca", come lui stesso ha riferito al Journal, negli ultimi 25 anni ha sistematicamente evitato i pagamenti costruendo, prima, una complessa rete di fondi e imprese con sedi sparse in varie località tropicali ed ostacolando le operazioni di recupero presentando un'istanza fallimentare, poi, trasferendo la proprietà di beni ed immobili ad altri familiari, compreso il proprio figlio.

Quel che rimane dei soldi dovuti alla SEC dal padre, è sinteticamente concentrato in questa foto pubblicata su Instagram dal rampollo Dan Bilzerian - un inquietante riproduzione di una delle scene più memorabili - e mai accadute - di The Wolf of Wall Street (vedi Foto 1). Almeno Belfort ha avuto la sensibilità di inscenare una pressoché "falsa" redenzione.

Foto 1. Dan Bilzerian, figlio di Paul, su Instagram

jordan-belfort-wolf-of-wall-street-2