Cucina Mancina: la Community dei Mancini Alimentari

cucina mancina

Esiste un luogo nel web dove quello che può essere considerato un limite può diventare una ricchezza: è Cucina Mancina. Una community dove chi mangia differente perché intollerante, allergico oppure a dieta o semplicemente per scelta può trovare ricette, condividere le proprie o scegliere in quale locale andare a mangiare.

E’ un’intuizione vincente quella Flavia Giordano e Lorenza Dadduzio e i dati parlano a loro favore. I “mancini alimentari” rappresentano il 50% della popolazione italiana, dato destinato a crescere ogni anno con un +10% di vegetariani e di diagnosi di nuovi casi di celiachia. Questo forte aumento si traduce in una vasta crescita del mercato che si stima entro il 2017 raggiungerà i 26 miliardi di dollari solo nel segmento delle allergie alimentari (Global Industry Analyst).

Noi di Smartweek ci siamo fatti raccontare questo bellissimo progetto dalle founder Flavia e Lorenza.

Lorenza, Flavia raccontateci che cos’è CucinaMancina…

CucinaMancina si occupa di foodstorytelling dal basso. E’ la prima food community dedicata a “far sentire a casa” i “mancini alimentari” ossia coloro che per scelta o per necessità mangiano differente. Il portale raccoglie informazioni e ricette per tutti gli stili alimentari grazie ad un ricettario creativo multi filtro, organizzato per mancinità e singolo alimento. Il singolo utente poi può adattare le ricette per le proprie esigenze, personalizzare il proprio ricettario, segnalare locali mancini e condividere problemi e soluzioni alimentari.
Non solo ricette, nella piattaforma è presente anche uno store locator georeferenziato implementabile dal basso con l’elenco di tutti gli esercizi commerciali dove acquistare i prodotti o mangiare cibo adatto al proprio stile alimentare. Tutto questo è possibile grazie ad una “redazione diffusa” che conta più di 300 foodblogger, chef e foodographer che permette di avere ampia flessibilità nella produzione di contenuti e una forte capacità di divulgazione di questi.

Quando e com’ è nata l’idea?

C’erano un celiaco, un intollerante al lattosio e un vegano…  sembra l’inizio di una barzelletta ma è il racconto di come è nata Cucina Mancina. Eravamo a casa con amici per una cena (che poi abbiamo ribattezzato “la cena degli slalom alimentari” perché in tanti avevano esigenze alimentari differenti e dovevano “scansare” determinati alimenti) quando ci siamo chieste: e ora cosa cuciniamo? Così ci è venuto in mente che mancava un luogo per le persone che mangiano in maniera diversa, che fosse per scelta o per necessità. Questo accade a Febbraio 2012. Da quel momento abbiamo deciso di creare la piattaforma. “Per prima cosa abbiamo inserito le ricette: abbiamo individuato una decina di “mancinità”, ci siamo confrontate con alcuni nutrizionisti e abbiamo cominciato a scrivere. Ma cosa si intende per mancinità?  Tutto parte dalla frase ‘if things don’t go right, go left’. Vogliamo ribaltare il concetto che mancino significhi sbagliato:  per noi è una maniera creativa e differente di guardare l’alimentazione. Non a caso il nostro payoff è Eat Different.