Da Alibaba a Moncler, Che Cos’è un’IPO?

Innanzitutto IPO sta per Initial Public Offering, ossia offerta pubblica iniziale dei titoli di una società che intende collocarsi per la prima volta su un qualsiasi mercato azionario. Generalmente, queste operazioni sono promosse da imprese il cui capitale è detenuto da piccoli gruppi di azionisti che intendono aprirsi ad un pubblico di investitori più ampio.Senza dubbio si tratta di una delle operazioni finanziarie più complesse e costose che un’impresa possa affrontare e le procedure possono variare di volta in volta con combinazioni infinite. Le variazioni coinvolgono principalmente il metodo in cui si determina il prezzo di collocamento delle azioni e il modo in cui sono allocate agli investitori.

 In Italia un’offerta pubblica iniziale si divide solitamente in cinque fasi. Si parte dalla decisione strategica della quotazione attraverso una comparazione costi/benefici in cui si decide quante azioni collocare, sulla base di quali tempistiche, e si determina un ipotetico prezzo dei titoli. Poi, si passa all’individuazione dell’intermediario che affiancherà l’impresa come global coordinator dell’operazione e che, fondamentalmente, promuoverà l’offerta agli investitori interessati e certificherà la sussistenza dei requisiti di ammissione alla quotazione. Dopodiché si passa ad una delle fasi più complesse, in cui, dopo una valutazione analitica dei dati finanziari e contabili dell'impresa, si stabilisce il range di prezzo preliminare dell’offerta, che è poi pubblicato nel Prospetto Informativo insieme a tutti i dettagli dell'operazione. Infine, in seguito ai vari incontri con la comunità finanziaria del global coordinator si procede alla collocazione dei titoli nelle mani degli Investitori istituzionali che, a loro volta, procederanno alla vera e propria quotazione sul mercato.