Da Merrill Lynch ai Pub Inglesi. La Storia di Noah Bulkin

beer_foam.660-660x350

37 Anni, Bachelor in Storia Moderna ad Oxford, M&A prima da Merrill Lynch e poi da Lazard. Sono queste le ottime credenziali di Noah Bulkin, fondatore di Hawthorn Leisure Ltd con la newyorkese Avenue Capital.

Scelta folle? No, solo tanto coraggio e spirito d’innovazione.

L’essenza del business,  dell’oramai ex banchiere, è di acquistare pub in declino per ridargli vita analizzando prezzi, fluttuazioni di domanda, preferenze dei consumatori e tanto altro. Usare i Big Data per rivitalizzare un business da anni in declino a causa della recessione, dell’avvento dei supermercati low cost,  dei divieti di fumo e delle restrizioni oramai stringenti da anni hanno fatto cadere la redditività di questo settore. Oggi vi sono 50,000 pub in Inghilterra, 10,000 in meno del 2004.

Oggi la compagnia detiene 363 pubs (ottenuti con due grandi deals a distanza di 2 mesi, il secondo da 75.6 Milioni di sterline) facendo operations di una semplicità imbarazzante: piccoli investimenti per aggiungere scelte nei menu, riparare tavoli da biliardo e ampliare la scelta di birra, ma un tocco di intelligenza in più nella gestione. Quello che si propone infatti è di creare modelli economici per ogni pub: ognuno ha la propria domanda potenziale e i propri profitti potenziali. Guardare ai consumatori e alla loro disponibiltà di pagare una birra sarà il compito primario di ogni area manager. Bulkin dice infatti: “Applying some granular analysis of what a person might drink and what they will pay is an incredibly important element. This hasn’t been done in the bottom end of the sector.”

Investire nei business in crisi, questa la ricetta del 3% di crescita annuale inglese?