Dagli Animal Spirits alla Neuroeconomia: Quando la Psicologia si Integra con l’Analisi Economica

La neuroeconomia ha mostrato come nel gioco dell’ultimatum intervenga una parte del cervello nota come insula, coinvolta nell’elaborazione emotiva della situazione. Questa evidenza mostra quindi come la scelta di rifiutare l’offerta giudicata incongrua sia dovuta al prevalere di una reazione emozionale rispetto al mero calcolo monetario.

Con tutta evidenza, i risultati della neuroeconomia hanno contribuito e potranno contribuire in futuro a fare luce sui meccanismi che stanno alla base dei processi decisionali. Ciò potrà poi consentire di mettere a punto strategie d’azione basate su modelli economici non più astrattamente concepiti, bensì supportati dalle conoscenze sul funzionamento delle aree cerebrali.