Dna, il Napoli lo Studia per Trovare il Nuovo Talento

Ronaldo

La formula segreta per sapere quale giovane calciatore potrà diventare il futuro Messi o Cristiano Ronaldo non esiste, ma c’è chi sta tentando di inventarla. Grazie al test del Dna, infatti, sarà possibile non solo rintracciare l’identikit ‘super calciatore’, ma prevedere gli infortuni o la predisposizione a lesioni muscolari. Ideatori del progetto Temple University di Philadelphia e il settore medico del Calcio Napoli. A supervisionare la ricerca è Antonio Giordano, direttore dello Sbarro Institute for Cancer Research and Molecular Medicine e del Centro di biotecnologia del College of Science and Technology della Temple University di Philadelphia.

Pochi gli infortuni a Napoli

“L’idea è di capire attraverso il Dna quali sono le caratteristiche genetiche degli atleti che hanno le maggiori ricadute sulla loro forma fisica – spiega Giordano all’Adnkronos Salute – così da scoprire eventuali predisposizioni a lesioni muscolari o la correlazione tra biologia e fattori genetici”. L’accordo tra la Temple University e lo staff medico del Calcio Napoli, guidato da Alfonso De Nicola, ha come basi di partenza il lavoro fatto da De Nicola e il suo gruppo sulla prevenzione degli infortuni. Il Napoli è infatti una delle squadre della Serie A ad avere avuto negli anni passati il minor numero di infortuni.