Facebook Dice No alla Criptovaluta

Mark Zuckerberg continua a dare battaglia a fake news, frodi e truffe, nemici che negli ultimi due anni stanno tormentando la piattaforma di cui è fondatore e CEO, Facebook.

Tra i banditi al social network, però, figura anche il fenomeno finanziario che recentemente sta scuotendo l’intero mondo del business: stiamo parlando della criptovaluta. Nella nuova policy riguardante le ads, infatti, pubblicata il 30 gennaio dall’azienda californiana, riportante il titolo Improving Integrity and Security of Financial Product and Services Ads (it: per migliorare l’integrità e la sicurezza delle ads di servizi e prodotti finanaziari, ndr), si legge:

Probabilmente i vertici di Facebook, notando l’inarrestabile crescita di mercato legata a Bitcoin, Ethereum e simili, hanno voluto limitare i danni prima ancora che fosse data la possibilità a utenti e pagine malintenzionati di creare scompiglio con frodi legate alla compravendita illecita di criptovaluta.

Bitcoin

Stando a quanto riportato da un addetto ai lavori del social network a Business Insider Uk, inoltre, non sarebbe vietata solo la pubblicizzazione di valute digitali, ma anche annunci riguardanti strumenti legati alla gestione o al guadagno di criptovaluta, come Bitcoin Wallets o hardware di estrazione di Ethereum.

Rob Leathern, Product Management Director di FB, afferma però che questa scelta non preclude la possibilità di ads dedicate a Bitcoin e pari in futuro. La compagnia tech ha deciso solo per adesso di tenere a freno il fenomeno, almeno sul social.

Ha scritto proprio Leathern in un blog post pubblicato sulla piattaforma.

Se per adesso quindi la criptovaluta sta conquistando la finanza e le borse internazionali, lo stesso non si può affermare per il social network con più iscritti sulla Terra.