1997 IRI: Viene attuata dal Governo Prodi I la privatizzazione della società: dalla vendita del 35,26% del capitale si ricavano circa 26.000 miliardi di lire. Con il metodo del nocciolo duro, si cerca un gruppo di investitori che faccia capo alla società. Tentativo fallito perchè il gruppo Agnelli riunisce solo il 6,62% delle azioni. Il 27 Ottobre le azioni iniziano ad essere scambiate sulla Borsa Italiana.