FlashBeing: Nasce il Primo “Real Network“ ed è Tutto Italiano

Cosa permette di fare all’utente?

Permette ad un utente di aggregare in un' unica pagina le sue principali attività web quotidiane, come leggere notizie e visitare contenuti da più fonti, controllare i messaggi, cercare contenuti e mettersi in contatto con le persone d’interesse. In parole più semplici, è un aggregatore che riunisce l’aggregazione delle notizie a quelle dei contenuti sociali, permettendo inoltre di cercare e accedere direttamente a contenuti in modo più rapido, come nel caso della musica, dove basta digitare il nome di un brano nella barra di ricerca per ascoltarlo direttamente.

Com’è nata l’idea?

L’idea è nata nel 2012 da Matteo Biasi, quando ancora frequentava il liceo. Aveva pensato ad un’unica piattaforma che permettesse di svolgere velocemente le azioni web quotidiane, così da guadagnare tempo per la propria vita “reale”/umana. Da qui il nome FlashBeing: essere Flash nella rete per essere Umani nella vita. Con gli anni il progetto si è evoluto trovato investimenti e costruendo un team, al momento composto esclusivamente da ragazzi.

FlashBeing_team

Dove lavorate? Che tipo di atmosfera c’è in ufficio?

Da circa quattro mesi abbiamo aperto la prima sede a Bolzano. È nato con l’ottica di avere un luogo non solo dove lavorare, ma dove confrontarsi, ragionare, studiare e sviluppare nuove idee. Lo concepiamo come un co-workingspace, dove i nostri clienti, amici e collaboratori ne compongono la parte principale.

Il team da chi è composto?

Oggi il team è composto da 4 persone: Matteo Biasi, Marco Mondini, Tommaso Pettenazzo ed io. Sostanzialmente siamo tutti studenti unversitari. Matteo frequentava Ingegneria Informatica a Bolzano, ma dopo un anno ha lasciato per dedicarsi full time a Flashbeing. Anche io e Marco studiamo a Bolzano, rispettivamente Economics and Management e Ingegneria Informatica, mentre Tommaso studia Economia a Trento.