I Social Media? Li Stai Usando Male. 5 Consigli per Non Fare la Fine di Justine Sacco

1. Quale account hai aperto

Se hai tra le mani Twitter o Facebook aziendale e stai, quindi, postando per conto della società per cui lavori dal proprio account ufficiale, dovrai seguire le regole dell’entità per cui lavori. Sono solitamente scritte nelle linee guida, e spiegano cosa devi e cosa non devi fare con i loro social. Con questo account, è probabile che la portata del tuo post e l’esposizione al pubblico sia piuttosto alta. Nel caso in cui stai, invece, usando un account personale, molto dipende dalle informazioni che hai dato riguardo alla tua posizione lavorativa. Se pensi di essere facilmente riconducibile all’azienda, continuano a valere le regole di cui sopra.

2. Ogni singola parola conta

Le parole che scriverai potenzialmente potrebbero arrivare a chiunque, essere determinanti e andare virali  nella rete in pochi minuti. Battute, riferimenti ad altre etnie e/o religioni, slogan a tema politico sono alcuni degli esempi dove facilmente sarai frainteso e, peggio, attaccato sui social. Sia che hai a disposizione quindici caratteri su Twitter, che nessun limite in lunghezza su Facebook, rileggi con attenzione il contenuto del post che hai intenzione di inviare. Prima che sia troppo tardi.