Il Fascino dell’Italia Universitaria

«La ragione - spiega Allan Goodman, presidente dell’Institute of International Education - è che c’è tutto: bellissima, con una grande tradizione culturale, dove si può studiare dall’economia alla moda: da sempre una grande ispirazione per gli Stati Uniti, anche perché molti americani hanno radici italiane.» L’idea di studiare in un Paese che conosce oltre 2000 anni di storia, di venire a diretto contatto con la patria della cultura, degli scienziati, dei letterati e degli artisti più celebri di tutti i tempi, esercita un fascino irresistibile. Non a caso, le facoltà più appetibili rimangono Architettura, Medicina e Chirurgia, Lingue, Scienze politiche e Relazioni Internazionali. Particolare attenzione meritano le scuole alberghiere, di moda e design, di arte e fotografia, tutti i settori del Made in Italy che in periodo di crisi, riescono ancora a trainare l’economia del Paese.

Perché non solo estetica e bellezza, ma soprattutto qualità ed affidabilità sono i tratti distintivi e strategici del settore su cui investire. In queste aree, attirare giovani talenti, anche dall’estero, risulta cruciale per riacquisire la competitività sui mercati.