Jane Austen Ancora da Scoprire

orgoglio-e-pregiudizioSecondo James-Cavan, è lo stesso manoscritto l'indizio principale. Una copia di esso è esposta al Padiglione reale di Brighton fino a gennaio 2018 in occasione di una piccola mostra che inserisce "Sanditon" nel boom turistico attuale e dipinge il creatore dello spazio, re Giorgio IV, come un fan sfegatato della Austen. Lui, infatti, era solito tenere una serie completa dei romanzi della scrittrice in ogni residenza - forse è anche per questo che l'autrice ha deciso di dedicargli il romanzo "Emma"-. Il particolare che fa riflettere si cela proprio nelle pagine del manoscritto, accuratamente copiato dall'originale dalla sorella di Jane Austen, Cassandra. Rispetto all'originale, la copia della sorella manca di una componente fondamentale: le pagine lasciate vuote intenzionalmente dalla scrittrice. Secondo James- Cavan,

Dalla morte di Jane Austen, avvenuta nel 1817, è passato oltre un secolo prima che "Sanditon" uscisse allo scoperto insieme a un poema comico scritto tre giorni prima della morte della scrittrice. Il motivo di tanto segreto da parte della sua famiglia è principalmente di natura reputazionale: temevano, infatti, che queste ultime opere avrebbero rovinato la fama di raffinata scrittrice. Questo senso di imbarazzo è stato condiviso da molti seguaci dell'autrice, i quali hanno da sempre raccolto le informazioni sia dai suoi romanzi che dalla biografia, redatta dal nipote James Edward Austen-Leigh, nella quale Jane Austen viene descritta sotto una luce molto particolare.

Le reazioni successive alla pubblicazioni continuano a essere molto contrastanti. Da un lato, c'è chi la critica aspramente e non riesce a intravedere una continuità nel suo lavoro; altri, i più attenti, riconoscono la sua dedizione alla prosa e alla poesia comica sviluppata in età adolescenziale e cresciuta in parallelo ai suoi romanzi più maturi. A favore o no, c'è da riconoscere che un'opera incompiuta come "Sanditon" è un vero e proprio caso letterario: è ancora in ristampa e continua a essere studiato.

Forse è proprio la sua natura imperfetta a dare al manoscritto un certo fascino: è proprio in quelle pagine vuote e nel suo finale sospeso che si può scoprire una nuova Jane Austen. Come ha affermato James-Cavan:

Il colpo di grazia ai fervidi tentativi della famiglia proviene proprio dalla Austen, che in una lettera diretta a sua nipote Fanny Knight, confida: