Jerry Buss e la Nascita dello Sports Entertainment

Ma il Superbowl non è che la punta dell’ice-berg di un fenomeno ben più vasto, e cioè della speciale concezione dello sport che negli anni si è sviluppata in America: uno spettacolo e un business prima di ogni altra cosa. E alla base di tale concezione c’è un certo Dr. Jerry Buss, morto circa un anno fa alla veneranda età di 80 anni e storico proprietario dei Los Angeles Lakers, con cui ha vinto la bellezza di 10 titoli NBA. Figlio della grande depressione degli anni 30, Jerry Buss passa un’infanzia di stenti e povertà nella “poverty line” in Wyoming, ma, grazie ai soldi messi da parte nei lavori svolti la mattina prima di recarsi a scuola, riesce ad iscriversi alla prestigiosa University of Southern California e di lì a qualche anno ottenere un PhD in chimica.

In pochi anni, grazie ad una genialità fuori dal comune, Buss riesce a creare un impero nel settore immobiliare, che lo porta a diventare uno degli uomini più ricchi della California e ad acquistare, nel 1979, una prestigiosa squadra NBA, ultimamente caduta in disgrazia: i Los Angeles Lakers. Da questo momento la figura di Jerry Buss entra indelebilmente nella storia dello sport americano, e quindi mondiale. L’idea fondamentale di Buss è semplice quanto geniale: trasformare le manifestazioni sportive in uno spettacolo totale, apprezzabile da tutti e non solo dai fedelissimi appassionati.