La Corruzione Italiana la più Alta? No, la Germania Ci Batte Anche in Questo

Tedeschi onesti e affidabili, sicuri?

Un altro dato che emerge dalla tabella è che la quasi totalità degli intervistati nei vari Paesi ha indicato la Germania come il più affidabile tra quelli in lizza. Questo a molti, in una prima analisi, potrebbe risultare accettabile in base ad un comune sentimento o, spesso, ad un frame mentale che ci siamo e ci hanno, costruito attorno alla Germania. La realtà dei dati non potrebbe essere più lontana da questa conclusione.

Uno dei più importanti report che comparano l’economia sommersa dei Paesi europei viene pubblicato periodicamente dalla Visa Europe, commissionato alla società di consulenza internazionale At Kearney, presieduta da Friedrich Schneider, professore all’Università di Linz e massimo esperto continentale della cosiddetta “shadow economy”, l'economia ombra. I numeri sono più testardi delle nostre convinzioni. Il report infatti sottolinea come in valori assoluti l’economia sommersa tedesca è la più grande di tutti i Paesi europei: 351 miliardi di euro pari a quella di Gran Bretagna, Belgio, Svezia, Irlanda e Austria messe insieme. E l’Italia? Il nostro Paese è dietro, con 333 miliardi, non un risultato di cui vantarsi certo, ma, a dispetto dei luoghi comuni abbiamo circa 20 miliardi di “nero” in meno dei virtuosi tedeschi. Come se non bastasse, lo stesso report ha valutato anche il peso della corruzione nei vari Paesi europei e il risultato è che, nel 2012, le virtuose mazzette tedesche hanno pesato per 250 miliardi di euro, non molto distanti dai 280 miliardi della corrottissima Italia.