La Crisi del Petrolio è Sempre più Nera

petrolio

Più di due anni di crisi petrolifera hanno causato profonde trasformazioni nell’industria del petrolio: le trivelle più costose e inefficienti sono state spinte al di fuori di essa, e nell’industria nordamericana dell’energia hanno avuto luogo almeno 100 bancarotte. Anche le compagnie più prospere sono state ridimensionate da quando la crisi è iniziata, nel 2014. Nonostante ciò, il mercato potrebbe essere solo a metà della crisi, e altre 100 compagnie potrebbero fallire nel frattempo.

Nel 2015, molte aziende sono sopravvissute in quanto hanno assicurato la loro produzione con prezzi più alti dell’anno precedente. Ma ora, molte meno compagnie sono protette dalle pratiche assicurative a scopo di lucro, e l’intera industria deve fare i conti con petrolio da 50 dollari o meno.

Inoltre, un gran numero di compagnie petrolifere indebitate stanno sopravvivendo solo grazie a creditori che vogliono evitare le conseguenze di un default, creditori che si sono indebitati a loro volta per mantenere le trivelle in vita, sperando in un aumento dei prezzi. Ma è una situazione che non può durare per sempre, e prestatori e investitori potrebbero presto staccare la spina.

Recentemente, l’OPEC ha annunciato una lieve riduzione dei prezzi del petrolio; ciò vuol dire che potrebbero avere luogo ulteriori bancarotte.