La Fordham University Inaugura il Corso di Laurea in Fashion Law

Conosciuta in tutto il Paese la storia di questa università rende orgoglio all’aquila e alle stelline di una bandiera a volte scolorita nei ricordi di chi è abituato a vederla troppo spesso.

Fondata nel lontano 1841 da una compagnia di gesuiti, privata e di stampo cattolico ha ospitato tra le sue mura e prati verdi in cui oziare tra un corso e l’altro, grandi nomi del tempo presente e passato: giuristi, economisti e anche chi è diventato famoso per altre qualità come Lana del Ray.

La presenza di Copperfield e del super miliardario Trump hanno portato sicuramente la giusta dose di lustro al grande centro del sapere, tuttavia oggi gli uomini dai colletti bianchi hanno trovato il modo di far parlare ancora di questo ateneo e di piazzarlo al primo posto di molte classifiche, grazie all’invettiva e ad una componente che se dosata e mixata con studio ed analisi critica non può che essere letale; la fantomatica creatività.

NY-Fashion-Week

Dunque, abbiamo detto Moda e Legge: connubio forse non totalmente comprensibile ad una prima lettura ma nell’era del citizen journalism, del web 2.0, della rincorsa verso l’illegalità, è assolutamente necessario.

Susan Scafidi, direttore del Fordham University Law Institute, Diane von Furstenberg e l’amministratore dell’università, Stephen Freedman, hanno annunciato il lancio di due nuove lauree in Fashion Law. Ed è il primo esperimento al mondo di un corso di questo tipo”, ha rivelato Vogue in una mattina calda di giugno mentre gli studenti di giurisprudenza nostrani erano alle prese con qualche mattone di diritto, privato o commerciale che sia.