La Macchina Elettrica più Veloce al Mondo Potrebbe Essere Cinese

nio-3

La NIO EP9 potrebbe essere l’automobile elettrica più veloce al mondo, o almeno questo è ciò che sostiene NextEV, azienda cinese produttrice dell’autovettura. La società, proprietaria anche di una squadra di Formula E, ha rivelato che la NIO EP9 ha registrato un nuovo record sul giro di pista del Nürburgring Nordschleife, leggendario circuito tedesco dove vengono testate vetture ad alta velocità.

Il 12 ottobre del 2016 la NIO EP9 ha percorso i 20 chilometri circa di circuito in soli 7 minuti e 5 secondi. Tempo decisamente da record se considerata la natura energetica del veicolo, fornito di ben 1.390 cavalli alimentati dalla sola elettricità.

NextEV, come altre case automobilistiche tra cui Faraday Future, Leeco e Lucid Motors, sta cercando di competere con Tesla, finora leader nel mercato delle automobili elettriche.

L’azienda cinese ha presentato la sua linea di automobili elettriche il 21 novembre in una galleria di Londra. Inutile dire che la NIO E9 è stata la più ammirata da coloro che hanno assistito alla presentazione. Non è però ancora chiaro se NextEV concentrerà la sua produzione solo sulle automobili elettriche destinate ad un mercato di massa o se saranno prodotte solo supercar dedicate ad un mercato di nicchia. Per adesso sembra che sia la seconda l’opzione più probabile, anche se il presidente di NextEV, William Li, si è solo limitato a dire:

Con quattro motori ad alta prestazione e quattro riduttori, la NIO EP9 è in grado di generare 1 megawatt di potenza. La supercar ha una potenza di accelerazione da 0 a 200 km/h in 7,1 secondi e raggiunge una velocità massima di 313 km/h. Con un sistema di batteria intercambiabile, la EP9 è progettata per essere ricaricata in 45 minuti, con un’autonomia di 427 chilometri.

nio-2

Il design della EP9 è accattivante: massicci cerchioni, linea elegante e fari sottili a led. I fianchi laterali scolpiti quasi come una McLaren attireranno sicuramente molti venditori.

nio-4

NextEV, con una nuova sede da poco inaugurata nella Silicon Valley, conta grandi nomi e finanziatori aderenti al progetto NIO EP9, tra cui Tencent, Temasek, Sequoia Capital, Lenovo e TPG. E, naturalmente, l’azienda aspira anche allo sviluppo di tecnologie di guida autonoma: in ottobre la società cinese ha richiesto il permesso al California DMV (Dipartimento dedicato ai Trasporti e ai Veicoli) per iniziare a testare automobili senza guidatore sulle strade pubbliche.

NextEV, nonostante sia da poco entrata nel mercato, fa già tremare grandi colossi come Tesla.