La Personal Shopper di Instagram, Intervista a Silvia Zocchi

Il tuo profilo è un po' anomalo rispetto ad altri: non appaiono foto che ti ritraggono ma solo immagini con capi di abbigliamento e accessori. Perché hai scelto di non esporti?
“Un po' perché mettermi in mostra non è nel mio carattere . E poi, perché i protagonisti della mia pagina sono i capi, non il mio viso. A me interessa mostrare la bellezza dell'abbigliamento, non della persona che lo indossa”.

Quanto lavoro si nasconde dietro a una foto postata su Instagram?
“Tanto (ride). Sono molto pignola, puntigliosa, cerco di selezionare delle foto che possano piacere agli altri ma che adoro io in primis. Per la ricerca, prediligo foto still life con sfondo chiaro e trovarne di questo genere, che abbiano una buona qualità, non è sempre facile. Generalmente cerco sui social le immagini da postare, ad esempio su Instagram spulcio tra i tag dei più famosi brand (Zara, H&M, Tezenis, Calzedonia). Oppure, guardo sui siti delle più grandi catene low cost, facendo degli screenshot ai capi che mi piacciono”.

silvia zocchi 4

Descrivi lo stile di cheap_is_cool in tre aggettivi.
“Semplice, fresco e alla portata di tutti”.

Quali sono gli obiettivi finora raggiunti di cui vai fiera?
“Sicuramente essere stata contattata da Calzedonia e Tezenis e aver avuto la possibilità di prender parte alle sfilate da loro organizzate. Aver raggiunto un bel seguito mi rende molto orgogliosa. E, ultima cosa ma non meno importante, il dialogo che si è creato con i miei followers: molti mi scrivono e si complimentano con me, e la cosa mi fa molto piacere. Nonostante io non mi mostri direttamente nella pagina, molte sono le ragazze che mi vogliono bene e a cui sono affezionata. Spesso, infatti, per ripagare il supporto e l'affetto che mi dimostrano, faccio loro dei regalini, dei piccoli pensierini, cose che penso possano piacere e che possano restituire loro almeno una piccola parte di tutto quello che mi hanno dato”.