La Svolta Tech dell’Orchestra Sinfonica di Londra

Orchestra Sinfonica di Londra

La musica classica non rientra tra i vostri gusti musicali? Beethoven o Debussy non fanno al caso vostro?
L’Orchestra Sinfonica di Londra e le sue diverse iniziative potrebbero farvi cambiare idea.

Partiamo dalla storia. L’Orchestra Sinfonica di Londra (spesso abbreviata in LSO) è oggi la più grande orchestra sinfonica del Regno Unito e una delle più prestigiose al mondo. Nasce nel 1904 e sin da subito si impone nel panorama europeo come prima orchestra indipendente del Regno Unito. Dopo soli due anni, i musicisti della LSO partono per un tour programmato a Parigi e nel 1912 sbarcano negli Stati Uniti.

Nel giro di pochi anni la London Symphony Orchestra ha conquistato il mondo. La musica di diverse pellicole cinematografiche porta la firma dell’orchestra londinese: ad esempio Guerre stellari, quarto episodio della saga, scritto e diretto da George Lucas nel 1977. A Londra nel 2012 l’Orchestra Sinfonica prende parte al concerto di apertura dei giochi olimpici e oggi ha dimora fissa al Barbican Centre, più grande centro teatrale d’Europa, con ben 70 concerti eseguiti ogni anno.

Dalla sua nascita ad oggi, la LSO ha saputo tenere il passo con i tempi e ha sviluppato diverse iniziative per avvicinare le persone “comuni” alla musica classica: alla fine degli anni ‘80 Frances Saunders, violoncellista dell’orchestra, inizia a pensare ad un programma di educazione musicale che nascerà ufficialmente nel 1993 con il nome di LSO Discovery. Questo programma educativo mira a coinvolgere bambini e adulti, professionisti e non, tramite concerti, workshop e corsi, eseguiti in teatri, ospedali e scuole. L’iniziativa, portata avanti grazie ad un finanziamento annuo di più di 1 milione di sterline da parte dell’orchestra stessa, coinvolge in 365 giorni più di 60 mila persone nella sola Inghilterra.

Ma non è tutto: nel 2014 è stata creata una app, chiamata LSO Play, gratuita ed interattiva, che permette a tutti di vivere l’esperienza di un concerto al Barbican Centre, quando e dove si vuole. Potrete osservare l’orchestra mentre esegue i diversi brani o magari focalizzare la vostra attenzione su un solo strumento, osservare da vicino come il batterista muova le sue bacchette o come il violoncellista tocchi le corde del suo strumento. Inoltre, potrete trovare informazioni storiche sui diversi brani eseguiti e sui compositori. LSO Play, proprio perché riesce a promuovere e diffondere la musica classica a moltissime persone contemporaneamente, ha ricevuto diversi premi, tra cui un Webby Award e un Lovie Award, entrambi nel 2014.

Non vi resta altro da fare che scaricare LSO Play ed interagire con i musicisti dell’orchestra. Vedrete che Debussy e Beethoven saranno solo i primi nomi della vostra nuova playlist.