La Terra Trema nel Centro Italia, Utile a Sorpresa per Deutsche Bank

terremoto-emilia-1-2 (Medium)

Nel mondo

Allarme dell’Onu sui migranti: il 2016 è l’anno più letale per chi ha tentato di attraversare il Mediterraneo, con almeno 3.800 migranti morti o dispersi dall’inizio dell’anno. E’ notizia di oggi che almeno altri 97 migranti sono dati per dispersi dopo il naufragio di un barcone davanti alle coste libiche a bordo del quale viaggiavano 126 persone (Ansa).

La Russia ha ritirato la richiesta di rifornire in Spagna le sue tre navi da guerra dirette verso la Siria,dopo le proteste NATO. Ma le tensioni tra i due blocchi continuano a salire. Intanto oggi a Bruxelles si riuniscono i ministri della difesa NATO.

Gli USA hanno annunciato che nelle prossime settimane lanceranno la loro offensiva su Raqqa, capitale dello Stato Islamico.

In Italia

Torna la paura nel Centro Italia, dove nella notte la terra è tornata a tremare nella zona fra Perugia e Norcia, con almeno 30 scosse  di magnitudo pari o superiore a 3. L’epicentro è stato nella Valnerina, nelle Marche. Le scosse sono state avvertite distintamente in tutte le regioni del centro Italia. Le più forti si sono registrate alle 19.10 (magnitudo 5,4) e alle 21.18 (magnitudo 5,9, più intensa e duratura). La scossa registrata alle 23.42 è stata di magnitudo 4,6, secondo i rilievi dell’Istituto nazionale di geofisica. L’epicentro è stato localizzato nella stessa zona delle scosse del pomeriggio e della sera.  Il bilancio è di una persona morta per infarto a Tolentino e diversi feriti lievi nelle altre località colpite.

Accadde oggi

Il 27 ottobre del 2002, il sindacalista Luiz Inácio Lula da Silva è eletto presidente del Brasile.

Economia e mercati

Conti in deciso calo per Samsung dopo i problemi con lo smartphone che prendeva fuoco. Nel terzo trimestre il gruppo coreano ha registrato utili in calo del 17%, a 4.400 miliardi di won (3,9 miliardi di dollari), ai minimi degli ultimi sei anni (La Stampa).

Occhi su Regno Unito, che oggi pubblica la prima stima del PIL dopo la Brexit, quella relativa al terzo trimestre del 2016. Il dato, scrive Bloomberg, potrebbe avere delle implicazioni per la Bank Of England, riflettersi sulla fiducia dei consumatori e fornire uno strumento ai politici per sostenere le proprie posizioni. Secondo le stime di Bloomberg, il dato potrebbe segnare un rallentamento allo 0,3% dal precedente 0,7%.

Deutsche Bank ha registrato a sorpresa un utile netto pari a 256 milioni di euro nel terzo trimestre, rispetto a perdite record per oltre 6 miliardi un anno prima. Il risultato supera le attese degli analisti, che avevano previsto una perdita tra 600 e 950 milioni. Nel periodo il fatturato è salito del 2% a 7,5 miliardi. Il presidente del consiglio di gestione, John Cryan, ha spiegato che la ristrutturazione “procede sulla strada tracciata, ma questo sviluppo positivo nelle settimane passate è stato adombrato dall’attenzione concentrata sui negoziati in corso negli Usa” per risolvere la questione sulla vendita di obbligazioni garantite da mutui subprime per cui la banca tedesca rischia una multa per miliardi di dollari.

Ad oggi la probabilità che la FED alzi i tassi entro fine anno è pari, guardando ai Futures, al 74%.

Il rendimento del Btp italiano decennale è salito a 1,48%, superando il picco toccato dopo il referendum su Brexit e segnando il massimo dalla fine di aprile, (in salita anche lo yield del titolo a 5 anni). Sul mercato obbligazionario europeo continua a pesare l’incertezza relativa alle decisioni della BCE sul quantitative easing.

Per Morgan Stanley, le preoccupazioni legate allo scoppio di una “Bolla” sul mercato del credito sono esagerate. Al contrario, le condizioni del segmento High Yield sono migliorate durante l’anno.

Occhio al dato

In Italia, Istat diffonde i dati su fiducia di imprese e consumatori a ottobre e sulle retribuzioni contrattuali a settembre.

In Gran Bretagna occhio alla stima del PIL del terzo trimestre e al dato sulla fiducia dei consumatori a ottobre.

In Spagna arriva il tasso di disoccupazione nel terzo trimestre.

A livello di zona euro, occhio a  crescita M3 e prestiti a privati a settembre.

Dagli USA attesi la revisione delle licenze edilizie a settembre, i beni durevoli a settembre e le nuove richieste settimanali di sussidi di disoccupazione.
VIn arrivo anche il dato sulle vendite immobiliari in corso a settembre. (16,00).