La vera Bellezza è Senza Tempo

jacky

American Apparel, celebre marchio indipendente – ma non al punto da potersi sottrarre alle spietate logiche di mercato, per quanto anticonformista – ha recentemente lanciato l’ennesima provocazione pubblicitaria: “La bellezza non scade”. L’irriverenza non è affatto una novità per la casa californiana. In passato, infatti, hanno destato scalpore (e conseguente enorme visibilità) molte campagne, tra cui la discutibile scelta di immortalare modelle poco più che bambine in pose volutamente osé, piuttosto che l’impiego di pornostar come testimonial. Questa volta, però, nonostante la chiara finalità mediatica, sembra che sia stato il messaggio a prevalere sul mezzo pubblicitario.

Modella d’eccezione è la raffinata Jacky O’Shaughnessy; chioma argentea, fisico slanciato ed un portamento naturalmente elegante. È stata notata in un ristorante newyorkese e non ha mai avuto contatti col mondo della moda. Motivo per cui, avendo accettato di prestarsi all’operazione commerciale, i creativi American Apparel sono rimasti elettrizzati. Si sa, è cosa volgare chiedere l’età ad una signora, ma in questo caso la curiosità è tale da poter accettare uno sgarbo al galateo: Mrs O’Shaughnessy ha 62 anni. Che sia il preludio di una rivoluzione estetica? Difficile a dirsi. Quel che è certo è che se l’eterna giovinezza è solo un antico mito, osservando gli scatti di questa affascinante donna, l’eterna bellezza pare, invece, esistere davvero. Nessun intervento di chirurgia estetica, al bando foto-ritocchi, semmai emerge una disarmante sicurezza di sé. La bellezza non è più (solamente) l’Afrodite perennemente giovane ma staticamente unica; si fa relativa o meglio evolutiva. A dispetto di stereotipi e canoni standardizzati, ogni fase della vita possiede una sfumatura di bellezza, sempre diversa. Del resto, nulla si perde, tutto necessariamente si trasforma.

È proprio questo l’approccio con cui questa modella sui generis sembra aver accettato di posare davanti all’obiettivo, dapprima per sponsorizzare abiti e, più di recente, persino lingerie, forte della sua naturalezza. Forse questa filosofia alla base della campagna pubblicitaria rischia di essere in realtà il solito specchio per le allodole, irretite da un marketing attento, come i più hanno sostenuto. Se si leggono, però, le dichiarazioni rilasciate dalla O’Shaughnessy – ad Elle magazine – ci si può illudere che questa malcelata finalità quanto meno non sia l’unica.

I was game the whole time. I’m comfortable. I don’t feel that any of this is inappropriate. When people talk about age appropriate hairstyles, and age appropriate dressing, well, whose age? And who are you? When I was handed the lace underwear, it was like, yeah, sure, let me have it. Want me to sit on this stool? Fine. Legs in the air? Great, let’s go.