La Vita di Travis Kalanick, l’Ex CEO di Uber

Tuttavia nel 2000 Scour è costretta a chiudere a causa di una querela da parte di alcune associazioni musicali per violazione di copyright.

Così nel 2001, con l'aiuto di Michael Todd, apre una nuova società di multimedia file sharing chiamata Red Swoosh. Rispetto all'impresa precedente, la nuova permette agli utenti di condividere file più grandi su una banda più larga. Un servizio molto più vantaggioso rispetto a quello che veniva offerto con Scour.

Nel 2007 la società viene acquista da Akamai Technologies, un'azienda statunitense molto più grande, per 23 milioni di dollari. Divenuto milionario, Travis inizia a girare il mondo: Spagna, Giappone, Capo Verde, Stri-Lanka. Ed è proprio in queste occasioni che inizia a pensare come meglio investire i suoi guadagni.

Il 2009 è un anno molto importante per Kalanick. Infatti, con l'aiuto di Garrett Camp, dà vita a Uber, un'applicazione che fornisce servizi di trasporti automobilistici privati. Mediante un semplice click, è possibile inviare un segnale al taxi Uber più vicino e sfruttare al meglio il servizio. Il costo è 1,5 volte superiore rispetto ai semplici taxi e le vetture si distinguono per le strade per il colore nero. Ovviamente è possibile agevolare le spese dividendo il tragitto con altre persone. Attualmente il servizio è disponibile in più di 600 città del mondo e il suo fatturato vale quasi 70 miliardi di dollari.

Travis Kalanick