Le 10 Donne Più Spietate dell’Antica Roma

giulia-domna

Nell’Antica Roma le donne erano tradizionalmente casalinghe ed estranee alla vita pubblica e politica. Eppure, alcune donne sono riuscite ad ottenere potere politico attraverso sotterfugi e piani tessuti “dietro alle quinte”. Ecco allora la lista delle 10 donne più spietate e potenti dell’Antica Roma.

10. MESSALINA

messalina

Messalina è generalmente ricordata per le sue prestazioni sessuali: Plinio il Vecchio aveva raccontato che Messalina aveva avuto addirittura 25 rapporti sessuali consecutivi, diventando così la prostituta più famosa di Roma.

In realtà, tutta questa ostilità nei confronti della donna derivava probabilmente dal grande potere che Messalina aveva a Roma in quel periodo. Suo marito era Claudio, divenuto imperatore dopo l’assassinio di Caligola. L’impero di Claudio, da tutti descritto come uomo poco scaltro e intelligente, fu completamente gestito dietro l’influenza di Messalina. Chiunque si opponeva al suo potere rischiava di essere arrestato per false accuse.

Nel 48 d.C. Messalina sposò un altro uomo e cercò di pianificare un colpo di stato per sostituire Claudio con il suo nuovo marito. Ma i burocrati di Roma, servendosi del manipolabile Claudio, riuscirono a sventare il colpo di stato e a far uccidere tutti i traditori, Messalina compresa.