Le 10 Frasi Memorabili di Woody Allen

stardust-memories-Evidenza

Woody Allen, nato come Allan Stewart Königsberg a New York il 1º dicembre 1935, è un regista, sceneggiatore, attore, clarinettista, compositore, scrittore e commediografo statunitense, tra i principali e più celebri umoristi dell’epoca moderna. Lo stile raffinato e spesso cerebrale l’ha reso uno degli autori più rispettati, punto di riferimento della commedia americana: è considerato “il più europeo” tra i registi d’oltreoceano, sia per le tematiche affrontate sia per il successo dei suoi film.

I temi affrontati da Allen nei propri lavori spaziano dalla crisi esistenziale degli ambienti intellettuali alla rappresentazione spesso autoironica della comunità ebraica newyorkese, attraverso una costante critica della classe borghese e del sistema capitalista. In questa classifica potrete rigodere delle frasi più celebri dell’iconico regista neworkese.

10. “Manhattan”, 1979

Manhattan-1979

“Ehi, avete letto che i nazisti faranno una marcia nel New Jersey? L’ho letto sul giornale. Dovremmo riunirci, andar là e prendere dei mattoni, delle mazze da baseball e poi schiarirgli le idee.”

9. “Il Dormiglione”, 1973

Sleeper-1973“Hai mai preso una posizione politica in vita tua?”.

“Sì, da piccolo rifiutai gli spinaci per 24 ore!”.

8. “Stardust Memories”, 1980

stardust-memories-1980-01-g

“Non è controllabile la vita, e non finisce in modo perfetto. Solo l’arte puoi controllare, l’arte e la masturbazione: due campi in cui sono un’indiscussa autorità.”

7. “Zelig”, 1983

Zelig-1983

“Ho scritto molti saggi sulla psicoanalisi, ho lavorato con Freud a Vienna. Ci dividemmo sull’invidia del pene: Freud pensava di doverla limitare alle donne”

6. “Harry a Pezzi”, 1997

Deconstructing-Harry-1997

“Sì, non c’è niente di male nella scienza. Sai, io tra l’aria condizionata e il papa, scelgo l’aria condizionata.”

5. “Io e Annie”, 1977

Annie-Hall-1977

“Ma il sole fa male! Come tutto quello che faceva bene prima: il sole, il latte, la carne, l’università…”

4.  “Manhattan”, 1979

Manhattan-1979-2

“Io sono all’antica, io non credo alle relazioni extraconiugali: credo che ci si dovrebbe accoppiare a vita, come i piccioni o i cattolici.”

3. “Misterioso Omicidio a Manhattan”, 1993

Manhattan-Murder-Mystery-1993

“Non c’è niente di sbagliato in te che tu non possa curare con un po’ di Prozac e una mazza da polo”

2. “Tutti Dicono I Love You”, 1996

Everyone-Says-I-Love-You-1996

“Dovrei andare a Parigi e buttarmi dalla Torre Eiffel. Se prendessi un Concorde potrei essere morto tre ore prima.”

1. “Provaci ancora Sam”, 1972

Play-it-Again-Sam-1972

“Mia moglie mi ha lasciato. Diceva che non la divertivo e che non la portavo mai a sciare. Voleva fare lo slalom ridendo…”