L’FBI È Veramente Onesta ed Indipendente?

La frase che ha fatto più scalpore tra l'opinione pubblica è stata la seguente:

Ma è davvero così?

Stando ai tweet e ai post su Facebook, molti americani hanno dato una loro personale opinione riguardo all'FBI. Il Federal Bureau è infatti stato definito come un'organizzazione che ha ostacolato l'emancipazione delle sottoculture americane per decenni. Così molti afroamericani, nativi americani e musulmani hanno riversato la propria indignazione definendo l'FBI con altri aggettivi e meme.

A darci testimonianza di ciò, inoltre, è anche la storia dell'organizzazione. Spesso gli agenti hanno abusato del proprio potere per reprimere movimenti pacifici volti ad estendere i diritti civili a tutti gli americani indipendentemente dall'etnia originaria. Specialmente durante gli anni '60, il periodo delle famose manifestazioni per l'emancipazione, l'FBI non è sempre stata così onesta e indipendente come Comey l'ha definita.

Due sono gli esempi che sono stati portati alla luce dagli utenti dei social. Il primo è il caso dell'avvio del programma di infiltrazione e controspionaggio COINTELPRO attivo formalmente tra il 1956 e il 1971. Varato sotto la direzione dell'allora capo dell'FBI, J. Edgar Hoover, aveva come obiettivo principaleneutralizzare la crescita dei movimenti indipendenti. Tra i gruppi coinvolti  nelle indagini del COINTELPRO vi sono per esempio le Pantere Nere, il partito comunista degli Stati Uniti d'America, il Ku Klux Klan e il Movimento degli Indiani d'America.

fbi1

Il secondo esempio invece coinvolge l'attivista per i diritti delle persone di colore, Martin Luther King Jr. Infatti, sembrerebbe che alcuni agenti abbiano inviato lettere minatorie anonime definendolo con nomignoli offensivi come "un imbroglione", un "imbecille dal morale dissoluto" oppure come uno "psicopatico sessuale". Tra le parole usate vi è anche un invito al suicidio per il bene del mondo.

Martin-Luther-King-I-have-a-dream