L’Isis Minaccia i Dipendenti di Twitter: “Se Censurate i Nostri Post Verrete Uccisi”

Isis Twitter

“Se continuate a cancellare e chiudere i nostri profili Twitter verrete uccisi”. La minaccia, da prendere seriamente, è dei miliziani dell’Isis. I destinatari invece sono i dipendenti dell’uccellino blu, la cui sede ha base in San Francisco. Da tempo Twitter è impegnato in una battaglia costante per sospendere gli account che incitano all’odio e che pubblicano immagini cruente come le decapitazioni dei due giornalisti americani assassinati in Iraq. Per questo i terroristi hanno preso di mira il social newtork. In un tweet postato tramite l’account @dawlamoon, un gruppo legato ad Isis, Al Nusra Al Maqdisia (I sostenitori di Gerusalemme) ha invitato i terroristi chiamati “Lupi solitari” a colpire gli uffici di Twitter a San Francisco.

Twitter Isis

Il primo tweet è stato seguito da altri due messaggi più minacciosi. “#The_Concept_of_Lone_Wolf_Attacks, se Twitter non fermerà la sua campagna nel mondo virtuale, noi porteremo la guerra nel loro mondo reale”. E ancora: “Ogni dipendente di Twitter a San Francisco dovrà stare attento e guardarsi le spalle perché davanti alla sua porta ci potrebbe essere un assassino in attesa”. L’account, come era prevedibile, è stato sospeso. Sul forum JustPaste.it, utilizzato spesso da gruppi affiliati ad Isis, alcuni fanatici hanno condiviso suggerimenti su come evitare la censura di Twitter cambiando leggermente i nomi utente oppure aprendo nuovi account. Il sito di microblogging viene utilizzato spesso dagli jihadisti per fare proseliti e incoraggiare i fratelli musulmani ad unirsi alla loro battaglia. Un portavoce di Twitter ha dichiarato che la security del sito sta indagando sulla veridicità delle minacce con l’aiuto delle autorità Usa.