Morpheus, la Playstation che si Indossa

Stando a quanto riferito da Richard Marks, Sony – Ricerca e Sviluppo, Morpheus sarà dotato di audio 3D, monitor interno HD, una tecnologia per rilevare i movimenti della testa del giocatore all’interno del casco e supporterà prevalentemente titoli sviluppati esclusivamente per Sony. Questo il motivo per cui il dispositivo è stato presentato proprio ad una fiera riservata agli sviluppatori di videogiochi. In ogni caso, Morpheus non ha ad oggi né una data d’uscita, né tantomeno, un prezzo di lancio.

Sul web non sono mancate reazioni di giubilo, ma c’è anche chi pensa che questa tecnologia non andrà molto lontano. Tralasciando i vari discorsi filosofici sulla dicotomia realtà-realtà virtuale (VR) che si restringe sempre più nell’era dei social media, Michael Pachter, analista di mercato specializzatosi negli ultimi tempi nel settore videogiochi, esclude che “ci sarà un successo di mercato” per il progetto di Sony e ne fa un discorso di costi: se sviluppi un visore VR devi poi riuscire a venderlo (magari realizzando un profitto), “pensiamo all’uovo e alla gallina,” dice, “se i software che supportano questa tecnologia saranno pochi, nessuno svilupperà i visori (nemmeno Sony, ndr), e se nessuno svilupperà i visori, nessuna azienda svilupperà i software”.